Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.laboratoriodistile.it/home/wp-content/themes/mariana-handmade/includes/lists.php on line 422
Il negozio L'Antina di Vigevano - Laboratorio di Stile
Il negozio L’Antina di Vigevano

Il negozio L’Antina di Vigevano

Il negozio L’Antina di Vigevano è il protagonista di questa intervista e lo conosceremo meglio grazie al racconto di Maddalena la sua titolare.

L’antina è un negozio di abbigliamento di seconda mano, accessori handmade realizzati con materiali di recupero in cui vengono organizzati anche dei bellissimi swap party (per chi non sapesse cosa sono in questo video ve lo spiego).

Ho conosciuto questo negozio tramite il suo profilo Instagram e sono rimasta subito colpita dalle bellissime creazioni in vendita e dalla grande attenzione al tema del riciclo.

Ho così pensato di far conoscere questo negozio anche a voi ed ho chiesto a Maddalena se le andasse di parlare del suo negozio in una piccola intervista sul mio blog.

• Raccontaci di te

Mi chiamo Maddalena e ho da poco compiuto 36 anni. Oggi gestisco l’Antina, che è un piccolo negozio con sede nel centro storico di Vigevano (PV), ma fino al 2016 (anche se mi sembra una vita fa!) ho lavorato dietro una scrivania a Milano, che è la città dove sono nata. Poi però qualcosa ha cominciato ad andarmi stretto, e nel momento in cui il coraggio ha avuto la meglio sulla ragione mi sono licenziata e ho deciso di provare a dare forma al mio sogno.

Ora l’Antina esiste, continua a crescere e ad avere lineamenti sempre più maturi. Io ne sono davvero orgogliosa e, pur continuando a portare avanti anche piccoli lavori nel settore in cui operavo prima, sento che presto potrò dedicarmi al mio negozio al 100%.

• Com’è nata la tua passione per il vintage e per l’handmade?

Amo da sempre scovare cose belle e speciali nei mercatini e ho iniziato presto a barattare più o meno qualsiasi cosa, sia tra conoscenti che attraverso il sito www.zerorelativo.it, che ho utilizzato assiduamente per anni. Infatti, pur avendo aperto un negozio in cui, per forza di cose, circolano soldi, sono fortemente convinta che il baratto possa essere, in molti casi, la soluzione migliore (oltre alla più sostenibile). Le cose che non servono a noi possono di sicuro servire ad altri, dunque perché accumularle? Perché esserne così gelosi? 

Il vintage e il fatto a mano poi, per me, hanno un sapore speciale. Hanno vissuto anche prima d noi – il vintage addosso a qualcun altro, l’handmade nel cuore e nelle mani di qualcun altro – e questo li rende portatori di tantissimo senso. Di un valore in più che è enorme e preziosissimo.

• Quando hai deciso di aprire un negozio?

Quando ho sentito che quella passione così forte meritava più spazio. Insieme alle mie energie migliori.

Così mi sono informata, ho valutato la fattibilità economica del progetto, ho individuato i fornitori da cui cominciare, ho trovato lo spazio adatto, ho scelto il nome e sono partita.

il negozio L'Antina di Vigevano

• Cosa possiamo trovare nel tuo negozio?

All’Antina convivono una selezione di capi di abbigliamento secondhand con tantissime creazioni realizzate da artigiani della mia zona ma non solo a partire principalmente da materiali di recupero. Ci sono per esempio i piatti vintage stampati da Sabotage, gli orecchini e i portachiavi in tessuto di Blackmilk, gli elastici di stoffa di La stanzetta del riciclo, gli orecchini dipinti di Enrica Illustra, i gioielli di cartapesta di Sognoametista e molto, molto altro.

il negozio L'Antina di Vigevano

• È possibile comprare online?

Sì, durante il periodo del lockdown sono riuscita anche a creare uno shop online! Lo sto popolando piano piano con le creazioni e i capi disponibili in negozio, e sto cominciando a prenderci la mano.

• Come vedi il futuro in questo settore?

Penso che il potenziale di crescita sia enorme. Credo che l’usato e il fatto a mano debbano smettere i panni delle alternative di nicchia e provare il tutto e per tutto: abbiamo assolutamente tutte le carte in regola per essere il riferimento, la soluzione, la prima scelta!
Il concetto è questo, alla fine, ed è semplice: “seconda mano, prima scelta”.

Spero che questo post con l’intervista a Maddalena del negozio L’Antina di Vigevano vi sia piaciuto, se volete vedere le altre interviste che ho fatto ad altre artigiane e creative cliccate qui ed andrete direttamente alla playlist.

Se volte seguire L’Antina su Intagram, cliccando qui andrete direttamente al suo profilo, in cui potete vedere anche molti dei capi e degli accessori che trovate in negozio.

Mi raccomando se ancora non mi seguite, non dimenticate di seguirmi anche sui miei social:

Francesca

Leave a Reply